Chiudi

Su collidore de biscu

(El collidor de vesc)

Di Pau Urgell

Traduzione a cura di Francesco Ballone

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
Su collidore de biscu
ISBN
978-88-7356-194-1
Co-edizione
-
Genere
Narrativa
Materia
Testi letterari moderni e contemporanei: romanzi, racconti, diari ed epistolari
Collana
Paberiles n° 40
Anno edizione
2012
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
Cartaceo
Pagine
208
Rilegatura
Brossura con lembi e cucitura filo refe
Dimensioni
12 x 17 cm
Peso
205 g
N° volumi
1
Illustrato
No
Lingua di pubblicazione
Sardo
Lingua originale
Catalano
Lingua a fronte
-
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

12,00 €

Nel pieno della miseria del dopoguerra spagnolo, un giovane solitario che vive di espedienti - raccogliendo legna secca, frutti selvatici e vischio - arriva al bosco di Sant Gregori. Dopo ore d´infruttuose ricerche si ritrova in una radura con al centro un maestoso pino solitario. Il luogo ha qualcosa di magico, di insolito. Nell´atto di raccogliere il vischio, l´uomo rimane attaccato con la mano all´albero. Passano settant´anni e diventa tutt´uno con esso, estraniato dai bisogni umani. Ma viene il giorno del suo ritrovamento e, da quel momento, cambierà nuovamente la sua vita e quella dell´umanità intera.
Questo libro è il terzo della serie "Medi Terra" della collana "paberiles". Medi Terra è un progetto di mutuo scambio tra le letterature della Sardegna (Condaghes), della Corsica (Albiana-CCU) e della Catalogna (Editorial Fonoll).
Pau Urgell

Pau Urgell (1971-)

Pau Urgell è nato nel 1971 a Les Borges Blanques, un piccolo paese della provincia di Lleida in Catalogna. Lavora come guardia forestale. Poeta e narratore, "Il raccoglitore di vischio" è il suo primo vero romanzo.