Serra

Un sogno chiamato Nurnet

Prefatzione de Antonello Gregorini

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
Un sogno chiamato Nurnet
ISBN
978-88-7356-247-4
Co-editzione
-
Genia
Sagìstica
Matèria
Atualidade polìticu sotziale e ecònomica (francu de sas biografias)
Collana
I Pamphlet di Condaghes
Annu editzione
2014
Logu editzione
Cagliari
Formadu
Pabìru
Pàginas
80
Rilegadura
Brossura cun alas e cosidura filu refe
Mannesa
11 x 15 cm
Pesu
80 g
N° volumi
1
Figuradu
No
Limba de publicatzione
Italianu
Limba originale
-
Testu a fronte
-
Incruidu
-
Iscolàsticu
No
Disponibilidade
In cumèrciu
Distributzione

9,00 €

[QUOTE]Amo la Sardegna ma non troppo. La amo perché è una terra meravigliosa, che descrivere è di una limitatezza tale che preferisco non farlo e concentrarmi sul "non troppo". Non troppo perché è una terra che ha perso la speranza. Una terra che abbiamo maltrattato e che nella sua infinita generosità di madre ci sta voltando le spalle. Non troppo perché la Sardegna è tale per via del suo popolo. e ancora endemicamente e stagionalmente si alzano roghi al cielo, si sporcano le sue coste, si dilapida il suo patrimonio. Se dunque è vero il sillogismo "le terre sono i suoi abitanti", "i sardi sono gli abitanti della Sardegna, "la Sardegna è si sardi", beh, allora "non troppo". Ma ho speranza che qualcosa cambi, quindi la amo più di quanto la odi. Sono sardo e ci provo, a cambiare.[/QUOTE]