Serra

Danin d´Argento

il bambino di porcellana

De Francesco Enna

Figuras de Bruno Enna

Prefatzione de Francesco Enna

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
Danin d´Argento
ISBN
978-88-7356-181-1
Co-editzione
-
Genia
Pitzocos
Matèria
Testos literàrios modernos e cuntemporàneos: romanzos, contos, diàrios e epistolàrios
Collana
Il Trenino Verde n° 13
Annu editzione
2011
Logu editzione
Cagliari
Formadu
Pabìru
Pàginas
192
Rilegadura
Brossura e cosidura a filu refe
Mannesa
12 x 20 cm
Pesu
205 g
N° volumi
1
Figuradu
Limba de publicatzione
Italianu
Limba originale
-
Testu a fronte
-
Incruidu
-
Iscolàsticu
No
Disponibilidade
In cumèrciu
Distributzione

10,00 €

Il libro è una fiaba ma anche una storia vera, che racconta il dramma di Daniele, bambino fragile e solo, incapace di abbandonare il bozzolo magico che lo racchiude e che lo protegge dalla realtà esterna. È uno dei tanti bambini che soffrono di Autismo infantile: è un bambino di porcellana, un piccolo Rain man. L´autore ha riunito insieme le vicende reali di alcuni di questi bambini, traendole dai casi descritti da famosi psichiatri, fra cui Michele Zappella e Bruno Bettelheim, le ha unificate in un´unica storia ed è nata così questa fiaba divertente e poetica insieme, strutturata in modo da consentire ai ragazzi un particolare momento di riflessione sui problemi della diversità e soprattutto della solitudine di chi è costretto a seguire il proprio percorso di vita gravato dal peso di un handicap misterioso e quasi irrisolvibile.

Di questa fiaba moderna ha scritto il grande critico italiano Antonio Faeti: [quote]Il libro è di quelli che uno come me tiene e terrà sempre vicino a sé. Racconta, per i bambini, l´autismo infantile, e, di questo cupo labirinto doloroso, sa dire anche la trasparenza, l´incantata finezza. Libro pedagogicamente civile, libro necessario, libro come non si sospetta facilmente che ne esistano[/quote] (Millelibri 88)
Francesco Enna

Francesco Enna (1938-)

Nàschidu in Tàtari in su 1938, bivet in Tàtari, in ue est istadu dirigente de iscolas pro annos meda. Iscriet dae semper pro pitzinnos e pro su teatru, mascamente cun sa cumpanzia ´La botte e il cilindro´. Collaborat cun giorronales e revistas de Sardigna e de Continente.

Bibliografia

Un fantasma per nove ragazzi, EMP, Padova 1975.

Sardegna, racconti popolari, Juvenilia, Bergamo 1975.

Oggi, 3 vl., Janus, Bergamo 1977.

Dài, racconta!, 3 vl., Gruppo Edit. Fabbri, Milano 1982.

Il gabbiano di compensato, Juvenilia, Bergamo 1984.

Annalice Porcospino (io, Gramsci Gramsci e l´Albero del riccio), La Celere, Alghero 1987.

Fiabe sarde, Mondadori, Milano 1991.

Contos de foghile e contos de pedra, EDES, Sassari 1994.

Guardiamoci dentro (con Giuseppe Guerra), Bilartzi 1994.

Giovanni Enna fra storia e commedia, EDES, Sassari 1995.

Quando a Tàtari piovvero ippopotami (dal buco dell´ozono), Merang, Sassari 1998.

Martineddu Ifferradu, Condaghes, Casteddu 1999.

Miti, leggende e fiabe della tradizione popolare della Sardegna, Delfino, Sassari 1994.

Il bambino di Porcellana, Condaghes, Cagliari 2000.

Contos de Foghile, Frilli, Genova 2003.

Il padrone delle metafore, EDES Tàtari 2001.

Cuentos junto a la lumbre. Historia y leyendas de Cerdeña, Arci, Cesena 2002.

La Sardegna dei sortilegi (con Franco Fresi, Gianluca Medas, Natalino Piras), Newton Compton, Roma 2004.

Una tragedia in rap, Giunti, Firenze 2007.

Gondrano il cormorano, Condaghes, Casteddu 2007.