Serra

La tela del ragno

l´OVRA in Sardegna (1973-1943)

De Alberto Vacca

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
La tela del ragno
ISBN
978-88-7356-174-3
Co-editzione
-
Genia
Sagìstica
Matèria
Istòria (cun archeologia e preistòria puru), biografias, aràldica
Collana
Pósidos n° 23
Annu editzione
2011
Logu editzione
Cagliari
Formadu
Pabìru
Pàginas
368
Rilegadura
Brossura cun alas e cosidura filu refe
Mannesa
15 x 21 cm
Pesu
620 g
N° volumi
1
Figuradu
Limba de publicatzione
Italianu
Limba originale
-
Testu a fronte
-
Incruidu
-
Iscolàsticu
No
Disponibilidade
In cumèrciu
Distributzione

20,00 €

Ricostruzione della storia dell´OVRA, l´efficiente e temuto servizio segreto fascista preposto alla repressione del dissenso politico negli anni del Regime, operò in Sardegna, come nelle altre regioni della Penisola, con energia ed efficacia, controllando e arrestando i dissidenti e diffondendo tra la popolazione un clima intimidatorio. Come una ragnatela invisibile, l´organizzazione segreta arrivava ovunque, carpendo informazioni e segnalando qualsiasi dissenso verso la dittatura e il sistema politico che la sosteneva.
L´OVRA è stata la polizia segreta dell´Italia fascista dal 1930 al 1943 anche se la sua nascita e la sua denominazione non vennero mai ufficializzate. Il primo nucleo si fa risalire al 1927, con l´istituzione a Milano di un ispettorato segreto della Polizia. L´alone di mistero che l´avvolgeva, rese la sua azione repressiva tanto temuta quanto efficace: in Italia regnava infatti un´atmosfera di estrema cautela poiché si diceva che le orecchie dell´OVRA arrivassero ovunque. Nel 1930 venne istituzionalizzata e, negli anni successivi, fu organizzata in undici zone che coprivano tutto il territorio nazionale.
L´attività investigativa degli agenti dell´OVRA era tenuta segreta perfino alle Questure, che venivano a conoscenza delle operazioni solo quando si passava alla fase esecutiva con arresti e fermi. Per le sue capacità, si dimostrò uno dei più efficaci strumenti per la ricerca e la repressione degli antifascisti. Operò anche all´estero infiltrando spie tra i fuoriusciti antifascisti e fu impiegata in azioni clandestine durante la guerra civile spagnola.
Questo libro ricostruisce accuratamente la rete dei suoi informatori e la serie delle sue operazioni repressive nell´Isola, sulla base di una vasta documentazione conservata nell´Archivio Centrale dello Stato di Roma. Riporta tutti i nomi delle spie dell´OVRA, con l´indicazione delle somme da esse mensilmente percepite nel periodo giugno 1938-luglio 1943, e delle persone che furono vittime della loro opera delatoria.