Chiudi

La vera storia della Bandiera dei sardi

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
La vera storia della Bandiera dei sardi
eBook
ISBN
978-88-7356-788-2
Co-edizione
-
Genere
Saggistica
Materia
Storia (compresa archeologia e preistoria), biografie, araldica
Collana
Pósidos n° 14
Anno edizione
2021
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
eBook
Pagine
0
Rilegatura
-
Dimensioni
-
Peso
-
N° volumi
0
Illustrato
No
Lingua di pubblicazione
Italiano
Lingua originale
-
Lingua a fronte
-
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

5,99 €

Qual è la bandiera dei sardi? E soprattutto, “i sardi”, chi sono? Chi sono stati? Chi vogliono essere? Non si tratta di domande ovvie, non si tratta di risposte scontate.

Questo libro cerca di fare chiarezza sulle vicende e le vicissitudini della bandiera dei sardi ma soprattutto offre una visione globale su mille anni di storia sarda e mediterranea. Seguire questa narrazione, che è ricerca rigorosa e racconto denso di ritmo, significa lanciarsi in una galoppata intellettuale ed emotiva. Significa avventurarsi alla scoperta delle pieghe della coscienza collettiva dei sardi, scandagliarne lacerazioni e conflitti, contraddizioni e paradossi, ibridazioni e singolarità, potenzialità latenti e traduzioni possibili.
Il libro intreccia tre dimensioni inscindibili – quella semiotica, quella storica, quella politica – che sono anche tre percorsi o chiavi di lettura. I simboli e le narrazioni che usiamo per esprimere e dar forma condivisibile al senso dell’identità e dell’esistenza; le contingenze e i condizionamenti della storia e della vita materiale e in comune; i soggetti e le forze sociali che definendosi attraverso simboli e narrazioni cercano di emergere ed agire nella storia e sulla storia.
La narrazione non offre consolazioni per il senso comune né abbaglianti miti delle origini. Non è ricerca di essenze eterne o di verità ultime: è intreccio complesso e paziente del senso delle cose e degli eventi del mondo.


Francesco Sedda

Francesco Sedda (1976-)

Francesco Sedda (1976) è dottorando in Scienze della Comunicazione all´Università La Sapienza di Roma dove collabora con la cattedra di Semiotica. La tesi, Tradurre la tradizione, ha ottenuto nel 2002 il Premio Sandra Cavicchioli, presieduto da Umberto Eco.
Oltre a saggi dedicati alla semiotica della cultura pubblicati in libri e riviste è autore del libro Tradurre la tradizione. Sardegna: su ballu, i corpi, la cultura (Roma, Meltemi, 2003), e curatore del volume Glocal. Sul presente a venire (Roma, Sossella, 2004) che ospita saggi di autori di livello internazionale sulle dinamiche che spingono il mondo al di là della globalizzazione.