Chiudi

Visioni concrete - Ermanno leinardi

Di Maria Dolores Picciau, Claudio Ceritelli

A cura di Maria Dolores Picciau

Illustrazioni di Ermanno Leinardi

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram

Un volume che riporta le opere più importanti dell´artista di Calasetta.

Visioni concrete - Ermanno leinardi
Novità
ISBN
978-88-7356-382-2
Co-edizione
-
Genere
Arte
Materia
Arti figurative e fotografia
Collana
Sinnos n° 7
Anno edizione
2021
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
Cartaceo
Pagine
96
Rilegatura
Brossura con lembi e cucitura filo refe
Dimensioni
22 x 22 cm
Peso
400 g
N° volumi
1
Illustrato
Lingua di pubblicazione
Italiano
Lingua originale
-
Lingua a fronte
-
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

20,00 €

«Quando penso a Calasetta è col rimpianto di non esservi nato. Non possiedo ricordi della mia fanciullezza, che ho trascorso altrove in un tempo assai difficile; tempo di guerra». Queste brevi note biografiche scritte da Ermanno Leinardi nel 2001 rivelano alcuni punti nodali della formazione dell´artista, che dal percorso di vita ha tratto importanti motivi di riflessione.

Leinardi ha ben chiaro, sin dai primordi del suo iter artistico, che il vero prodotto provinciale non si identifica necessariamente con una tecnica, ma con una visione: la provincia culturale è lo spazio della monovocità, mentre il linguaggio innovativo, comunque denominato, è l´emblema della polivocità. Da questo punto di vista, ha infat- ti poco senso costruire una summa divisio tra naturalismo e astrazione. E appare chiaro che gli stessi approdi, variegati ma coerenti, di Leinardi al superamento della mitografia si attuano sempre nella fusione degli orizzonti prefigurati dall´ermeneutica gadameriana, in cui cioè è possibile seguire in filigrana una sorta di continuità tra il genius loci, con le sue figure elettive dell´immaginario, e le più ardite sperimentazioni. Il ricorso alle radici, del resto, non è sempre una scelta consapevole, e anzi rappresenta un tributo all´inconscio collettivo entro cui l´artista si è in qualche modo formato.

Il catalogo segue la mostra "Visioni concrete" tenutasi a Cagliari nel 2020 nell'ambito del Festival Bianco & Nero.
Maria Dolores Picciau

Maria Dolores Picciau

Maria Dolores Picciau, storica dell´arte e operatrice culturale nel settore delle arti e della valorizzazione delle culture locali, si occupa di arte moderna e contemporanea e di ricerche sull´identità culturale. Giornalista pubblicista, ha lavorato a lungo come speaker radiofonica e ha collaborato per alcune TV private e riviste specializzate. E´ collaboratrice fissa dei Quaderni bolotanesi e scrive per diversi quotidiani, tra cui L´Unione Sarda. Ha tra l´altro pubblicato: La donna allo specchio. Riflessioni metodologiche sull´identità femminile, Sassari 1995; La storia sommersa. Saggi di teoria dell´arte, Cagliari 1998; C´arte d´autore, Cagliari 2001; La memoria e l´immaginario, Cagliari 2003; Alle soglie del disincanto. Identità culturale nella Sardegna del Novecento, Cagliari 2004.