Chiudi

Illorai

Archeologia e territorio

Di Sara Mameli

Presentazione di Giuseppa Tanda

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram

Un importante strumento di divulgazione e tutela nell´ottica di una valorizzazione complessiva del territorio di Illorai

Illorai
Novità
ISBN
978-88-7356-362-4
Co-edizione
-
Genere
Varie
Materia
Generalità (bibliografie, enciclopedie, esclusi i dizionari)
Collana
Archèos
Anno edizione
2020
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
Cartaceo
Pagine
384
Rilegatura
Brossura con lembi e cucitura filo refe
Dimensioni
21 x 30 cm
Peso
1.450 g
N° volumi
1
Illustrato
Lingua di pubblicazione
Italiano
Lingua originale
-
Lingua a fronte
-
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

40,00 €

Questo lavoro si inquadra nell'ambizioso progetto intrapreso dall'Amministrazione comunale di Illorai negli anni 2014-19. Partendo dalla ripresa degli scavi nella necropoli a domus de janas di Molia, avviati negli anni Settanta e Ottanta, sono state messe in campo una serie di azioni mirate al recupero, allo studio, alla valorizzazione e promozione del patrimonio culturale, ambientale e archeologico del territorio.

Un affascinante viaggio alla scoperta di un ricco territorio: una grande varietà di paesaggi che raccontano una storia antica di millenni. Dai boschi secolari di Monte Artu al ripido versante a mezza costa su cui sorge il piccolo centro abitato che domina sull'ampia valle del fiume Tirso. Un´analisi approfondita dei monumenti e del territorio nelle sue varie componenti; un catalogo-monumenti con dettagliate descrizioni; un ricco apparato illustrativo che cattura attraverso foto e disegni in scala, monumenti e paesaggi di singolare bellezza; numerose carte tematiche per orientarsi nello spazio e nel tempo; tabelle e grafici ricchi di dati.

Un percorso che ci permette di ricostruire, attraverso i segni lasciati dall'uomo nel tempo, le vicende delle società arcaiche e di apprezzarne il valore: ed ecco che anche quelli che talvolta vengono considerati disordinati cumuli di pietre assumono significato e iniziano a parlarci delle antiche comunità con le loro dinamiche, conoscenze, modelli di sfruttamento del territorio,abitudini, tradizioni e lo sconfinato mondo delle loro credenze.Un libro rivolto non solo agli appassionati di archeologia e alla comunità locale ma a tutti coloro che riescono ad apprezzare il valore delle piccole cose considerando quanta storia, natura e bellezza possa custodire questo piccolo angolo nel cuore della Sardegna.

Sara Mameli

Sara Mameli (1977-)

Sara Mameli è attualmente docente di Lettere e Latino presso il Liceo Scientifico Statale Lorenzo Mossa di Olbia. Il 28 novembre del 2001 ha conseguito la Laurea presso la Facoltà di Lettere dell'Università degli studi di Sassari con una tesi sperimentale dal titolo “Dati e problemi di preistoria e protostoria nel Comune di Illorai”. Dopo la frequenza annuale di un Master per Esperti in Sistemi Informativi Territoriali,ha conseguito la specializzazione nell'insegnamento frequentando la SISS presso l'Università di Sassari. Ha partecipato a diverse campagne di scavo in vari siti (Geridu/Sorso, Su Coddu-Canelles/Selargius, Santu Antine/Torralba, Sa Reggia/Foresta Burgos, Molia/Illorai); nel 2004 ha partecipato al Convegno Nazionale degli studenti di Antropologia Preistoria e Protostoria a Ferrara con un articolo dal titolo “Illorai: uomo, ambiente e territorio”. Tuttora, parallelamente all'attività di insegnamento continua a coltivare la sua passione per l'archeologia effettuando delle collaborazioni: per il Comune di Illorai si è occupata del restauro di Pont'Ezzu nel 2011 e negli anni 2014-2019 della parte relativa ai Beni Culturali nell'ambito dei lavori per la realizzazione del nuovo Piano Urbanistico Comunale che sarà pubblicato a breve. Dal 2019 è entrata a far parte del Cesim Sardegna (Centro Studi Identità e Memoria) guidato dalla prof.ssa Giuseppa Tanda.