Chiudi

L´ultima notte a Hellissandur

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram

Vita non è solo ciò che sperimento tutti i giorni. Vita è tutto ciò che mi passa per la testa.

L´ultima notte a Hellissandur
Novità
ISBN
978-88-7356-341-9
Co-edizione
-
Genere
Narrativa
Materia
Testi letterari moderni e contemporanei: romanzi, racconti, diari ed epistolari
Collana
Narrativa tascabile
Anno edizione
2019
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
Cartaceo
Pagine
96
Rilegatura
-
Dimensioni
12 x 17 cm
Peso
-
N° volumi
0
Illustrato
No
Lingua di pubblicazione
Italiano
Lingua originale
-
Lingua a fronte
-
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

9,00 €

Un albergo deserto immerso nei panorami irreali dell’Islanda. Tre misteriose sorelle ad accogliere un solo ospite, giunto da lontano. Un’antica leggenda sugli elfi e una millenaria profezia a intrecciare i loro destini.

Distinguere la realtà dall’immaginazione diventa difficile.

Ólafur cerca di mettere ordine, prima di tutto, nei propri pensieri, e non avverte alcuna avvisaglia dell’incombente destino. Ha una scelta da compiere prima che giunga l’alba...

Vita non è solo ciò che sperimento tutti i giorni.

Vita è tutto ciò che mi passa per la testa.

Gianni Loy

Gianni Loy

Cagliari, 1946. Giornalista pubblicista, ha collaborato con diversi periodici e quotidiani. Ha fondato e diretto il periodico “Gulp”, una delle più significative testate degli anni ‘70 in Sardegna.

Per la Rai ha condotto la trasmissione “Quelli della 285” e collaborato con Maria Piera Mossa nella trasmissione “Quelli dell’Europa accanto”. Autore della sceneggiatura di diversi corti e di due lungometraggi, per la regia di Peter Marcias, tra cui “Dimmi che destino avrò”, presentato al Festival di Torino nel 2013 e sostenuto da Unicef Italia. Per il cinema di animazione “Strollica, la streghetta eolica”, Festival di Roma 2017, e “Boreddu e i giganti di Mont’e Pramma”.

Tra le pubblicazioni: Quelli dell’Europa accanto(Edes 1980); Di politica, di poesia ed altro ancora (Della Torre, 2003); il volume di poesie Movimenti(Cuec 2018); e da ultimo la pièce teatraleLa prima volta che ho visto il mare, messa in scena al teatro Massimo di Cagliari nell’aprile 2019, per la regia di Cristina Maccioni, ora pubblicata da Domus de Janas (2019).