Serra

Le comunità tabarchine della Sardegna meridionale: un´indagine sociolinguistica

De Paola Sitzia

Prefatzione de Eduardo Blasco Ferrer

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
Le comunità tabarchine della Sardegna meridionale: un´indagine sociolinguistica
ISBN
978-88-86229-47-0
Co-editzione
-
Genia
Sagìstica
Matèria
Filologia e linguìstica
Collana
Samanunga n° 1
Annu editzione
1998
Logu editzione
Cagliari
Formadu
Pabìru
Pàginas
132
Rilegadura
Brossura cun alas e cosidura filu refe
Mannesa
15 x 21 cm
Pesu
340 g
N° volumi
1
Figuradu
No
Limba de publicatzione
Italianu
Limba originale
-
Testu a fronte
-
Incruidu
-
Iscolàsticu
No
Disponibilidade
In cumèrciu
Distributzione

15,49 €

Questo lavoro presenta i primi dati complessivi riguardanti l´uso del ligure nelle due comunità tabarchine, basati su una vasta indagine sociolinguistica condotta presso le scuole e mediante questionari distribuiti fra parlanti adulti.
Le parlate di Carloforte e Calasetta, situate nell´estremo lembo sud-occidentale della Sardegna, rappresentano una delle testimonianze più caratteristiche del ligure coloniale dei secoli XVI-XVIII. Il cosiddetto tabarchino mantiene pretti arcaismi liguri assieme a inedite innovazioni, sorte per sviluppo autonomo o promosse dall´influsso del sardo. Malgrado la rilevanza del tabarchino per la dialettologia ligure, mancavano fino adesso analisi attendibili circa la fedeltà alla parlata tradizionale. Questo lavoro presenta i primi dati complessivi riguardanti l´uso del ligure nelle due comunità tabarchine, basati su una vasta indagine sociolinguistica condotta presso le scuole e mediante questionari distribuiti fra parlanti adulti. I dati confermano l´ottima tenuta del dialetto ligure di fronte all´italiano. Il lavoro contiene anche una succosa panoramica storica e un riassunto dei tratti distintivi delle due parlate.