Chiudi

1793: i franco-corsi sbarcano in Sardegna

Di Federico Francioni, et al.

A cura di Federico Francioni

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
1793: i franco-corsi sbarcano in Sardegna
ISBN
978-88-86229-07-4
Co-edizione
-
Genere
Saggistica
Materia
Storia (compresa archeologia e preistoria), biografie, araldica
Collana
Su fraile de s´istoricu n° 2
Anno edizione
1993
Luogo edizione
Sassari
Supporto
Cartaceo
Pagine
160
Rilegatura
Brossura e cucitura filo refe con sovraccoperta
Dimensioni
14 x 21 cm
Peso
255 g
N° volumi
1
Illustrato
Lingua di pubblicazione
Italiano
Lingua originale
-
Lingua a fronte
-
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

12,91 €

Gennaio-febbraio 1793: lo sbarco in Sardegna delle armate rivoluzionarie francesi fallisce clamorosamente. Il volume presenta testi dell´epoca poco conosciuti o inediti e studi contemporanei.
Gennaio-febbraio 1793: lo sbarco in Sardegna delle armate rivoluzionarie francesi fallisce clamorosamente. Napoleone inizia la sua sfolgorante carriera con una sconfitta!
Il volume presenta testi dell´epoca poco conosciuti o inediti e studi contemporanei, inquadrati dall´ampio saggio introduttivo che inserisce le vicende sarde nel contesto europeo. Si può così vedere sotto nuova luce il 1793 isolano: un anno caratterizzato dall´esplosione di un forte orgoglio nazionalistico e dalla prima grande fiammata di rivolte antifeudali.

[...] una lettura dei fatti che mira a scalzare la convinzione che la popolazione fosse tutta unanime e compatta nell´avversare e tentare di respingere gli invasori.
(S.Tola, La Nuova Sardegna, 31/12/1993)

I documenti, preceduti da un corposo saggio introduttivo, mettono a disposizione degli studiosi nuovi elementi di riflessione su una vicenda che sta alla base della Sardegna contemporanea.
(L.Marroccu, La Nuova Sardegna, 23/3/1994)
Federico Francioni

Federico Francioni (1948-)

Federico Francioni è nato a Sassari nel 1948. Docente di storia e filosofia nei licei, collaboratore di quotidiani, periodici e riviste, ha scritto numerosi saggi sulla Sardegna fra età moderna e contemporanea. Ha inoltre effettuato ricerche in biblioteche ed archivi italiani, spagnoli, francesi ed inglesi. Nel 1984-87 ha coordinato il riordinamento dell´archivio storico del Liceo scientifico G. Spano di Sassari. Negli anni successivi è stato animatore di un´analoga operazione realizzata in un altro istituto cittadino, il Liceo ginnasio D.A. Azuni. Nel 1995 ha individuato l´archivio privato di Giovanni Antioco Mura, uno dei fondatori del socialismo sardo, contenente fra l´altro 400 cartoline postali, spedite dal fronte della prima guerra mondiale. Su incarico del Consiglio regionale attende con altri studiosi alla pubblicazione in edizione critica degli atti dell´antico Parlamento sardo.
Dal 1997 è promotore ed organizzatore di gruppi di studio, incontri e convegni per Sa die de sa Sardigna.