Serra

Tutto e niente

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
Tutto e niente
eBook
ISBN
978-88-7356-858-2
Co-editzione
-
Genia
Narrativa
Matèria
Testos literàrios modernos e cuntemporàneos: romanzos, contos, diàrios e epistolàrios
Collana
Narrativa tascabile
Annu editzione
2015
Logu editzione
Cagliari
Formadu
eBook
Pàginas
0
Rilegadura
-
Mannesa
-
Pesu
-
N° volumi
1
Figuradu
No
Limba de publicatzione
Italianu
Limba originale
-
Testu a fronte
-
Incruidu
-
Iscolàsticu
No
Disponibilidade
In cumèrciu
Distributzione

2,99 €

La vita è una barzelletta tragica o patetica che si conclude sempre con la morte del protagonista. Se nella vita si ha fortuna, si riesce a volere delle cose e, con ancora più fortuna, a ottenerle in parte. Ma non si sa mai perché si vuole ciò che si vuole, né se siamo noi a volerlo oppure la società in cui siamo immersi.
Un giovane giornalista in cerca di successo vuole intervistare un guaritore, che tutti affermano aver salvato un famoso attore dal cancro, per smascherarlo come ciarlatano.
I due non si incontreranno mai, se non per alcuni minuti, ma non riusciranno a parlarsi direttamente.
Il giovane vuole di più dalla vita, mentre l´altro racconta al registratore che avrebbe voluto avere molto di meno dalla sua e, alla fine, di esserci forse riuscito.
L´uomo si è rifugiato in una comunità dopo aver cercato di sfuggire per tutta la vita alla sua condanna: la dote di Priapo. Quel ´difetto fisico´ fece naufragare il suo matrimonio e da allora fugge dal suo paese, bigotto e morbosamente curioso, in cerca di una ´vita normale´.
Quando crede di averla finalmente raggiunta, un imprevisto gli sconvolge nuovamente l´esistenza e decide di ritirarsi dalla società. Ma neanche nel suo nascondiglio riesce a sfuggire alla sua eccezionalità.
Dio non sa più guidarci, o forse non esiste più, e la Storia non porta da nessuna parte, anzi, la Storia è inesistente. Esistono le storie, le storie che raccontiamo. Queste storie sono solo dei tentativi di dare un senso a quell´insieme di avvenimenti, in fondo scollegati tra loro, che chiamiamo ´la vita´.
Un romanzo è solo una di queste storie. Allora, se già è difficile dare un senso alla vita, figuriamoci se ha senso dare un senso a un romanzo.
Roberto Bolognesi

Roberto Bolognesi (1952-)

Roberto Bolognesi est nàschidu in su 1952 in Biddamassàrgia (CA). S´est laureadu in su 1992 in Limba e literadura italiana e Linguìstica generale a s´Universidade de Amsterdam. In su 1993 traballat pro s´istitutu de chirca olandesu (NWO) e in su 1998 si leat su tìtulu de PhD cun una tesi a pitzus de sa fonologia de su sardu campidanesu de Sestu. Che linguista at traballadu pro sas Universidades de Groninga e de Amsterdam. Est istadu membru de duas cummissiones iscientìficas de sa Regione Autònoma de sa Sardigna pro sa definitziones de sas regulas ortogràficas de sa limba sarda. At publicadu vàrios sàgios e artìculos e àteras tres monografias: Una normalizzazione democratica della lingua sarda unificata. Norme per la convivenza pacifica delle varietà del sardo(Condaghes, 2002); Sardegna fra tante lingue. Il contatto linguistico in Sardegna dal Medioevo ad oggi (Condaghes, 2005; impare cun W.J. Heeringa); La Limba Sarda Comuna e le varietà tradizionali del sardo (RAS, 2007). At curadu sa tradutzione de Sardinian Syntax de Michael A. Jones in italianu e sos atos de duos cunvegnos internatzionales: La lingua sarda: L´identità socio-culturale della Sardegna nel prossimo millennio, Cuartu Sant´Aleni, 1999; Le convergenze parallele. Colmare il divario tra la linguistica accademica e la tutela delle lingue, Paulle, 2007.