Chiudi

Lontano dall´Italia

storie di nazionalizzazione della sardegna (1915-1940)

Di Mario Cubeddu

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
Lontano dall´Italia
eBook
ISBN
978-88-7356-855-1
Co-edizione
-
Genere
Saggistica
Materia
Storia (compresa archeologia e preistoria), biografie, araldica
Collana
Quaderni
Anno edizione
2015
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
eBook
Pagine
400
Rilegatura
-
Dimensioni
-
Peso
-
N° volumi
1
Illustrato
No
Lingua di pubblicazione
Italiano
Lingua originale
-
Lingua a fronte
-
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

7,99 €

Questo libro racconta la vicenda della Città di Oristano e dei 105 paesi del suo circondario nel periodo che va dallo scoppio della Grande Guerra all´affermazione definitiva del Regime fascista. Tra questi villaggi contadini e pastorali che, allora più di oggi, costituivano il cuore economico, sociale e culturale della Sardegna, Seneghe ricopre un ruolo particolare per aver espresso due personaggi, Paolo Pili e Antonio Putzolu, che furono a capo, prima del movimento sardista, poi del fascismo dopo la fusione condotta a termine dal Generale Gandolfo. Utilizzando fonti d´archivio inedite e la stampa quotidiana e periodica, l´opera si propone di ricostruire i caratteri di un´epoca in cui attraverso una serie di urti e scossoni, dalla morte insensata di migliaia di giovani nelle trincee, all´anelito a una resurrezione dell´isola dai suoi mali secolari, alla sconfitta del sardismo e all´affermazione del fascismo, si realizza una prima modernizzazione della Sardegna sotto il segno di un nazionalismo imperialista cui i sardi sono chiamati, volenti o nolenti, a partecipare.