Chiudi

Gigantes de Perdas

i nuraghi: templi della luce

Di Tonino Mura, Alessandro Atzeni, Sandro Garau

Prefazione di Alessandro Atzeni, Sandro Garau, Tonino Mura

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
Gigantes de Perdas
ISBN
978-88-7356-275-7
Co-edizione
-
Genere
Saggistica
Materia
Storia (compresa archeologia e preistoria), biografie, araldica
Collana
Archèos n° 5
Anno edizione
2016
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
Cartaceo
Pagine
304
Rilegatura
Brossura con lembi e cucitura filo refe
Dimensioni
17 x 24 cm
Peso
780 g
N° volumi
1
Illustrato
Lingua di pubblicazione
Italiano
Lingua originale
-
Lingua a fronte
-
Allegato
DVD
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

30,00 €

È noto che i nuraghi sono stati considerati come fortezze, poderose abitazioni di re pastori, strutture per il controllo del territorio, magazzini per derrate agricole. L´utilizzo cultuale è stato congetturato solo come un´involuzione successiva alla destinazione primaria che rimaneva innanzitutto di carattere difensivo. Tuttavia, è dagli ultimi decenni del ´900 che la ricerca su queste torri megalitiche sembra aver subito una svolta, grazie anche al contributo di studiosi provenienti da altri settori.
Il libro espone le scoperte e le riflessioni archeologiche e archeoastronomiche effettuate negli ultimi anni dal G.R.S. (Gruppo Ricerche Sardegna) in materia nuragica e prenuragica. Il lungo e articolato percorso offerto dagli autori ha un unico obiettivo: fornire una spiegazione, nuova e sorprendente, dello scopo per cui furono costruiti i nuraghi.
Il volume si divide in tre parti, sapientemente distribuite tra il testo cartaceo e gli approfondimenti contenuti nel DVD allegato:
1) uno studio accurato sui possibili metodi adottati dai nuragici per la costruzione dei nuraghi costieri e dei nuraghi portuali;
2) un saggio sull´aspetto puramente architettonico dei nuraghi, con uno studio sostanziale sui cosiddetti nuraghi monotorre e le torri arcaiche dei nuraghi complessi;
3) l´esposizione di diversi casi di studio sul verificarsi di eventi astronomici all´interno di numerosi monumenti (il tecnicismo della luce del toro, il tema delle stanze del sole e la ricerca sui fori apicali).
Tombe di giganti, pozzi sacri, templi a megaron, rotonde, capanne lustrali, domus de janas e menhir sono tappe altrettanto importanti di questo affascinante percorso alla scoperta dell´ingegno e dello spirito di quel popolo che riuscì a innalzare verso il cielo questi "Giganti di Pietra".

È noto che i nuraghi sono stati considerati, nell´ultimo secolo e mezzo, come fortezze, poderose abitazioni di re pastori, strutture per il controllo del territorio, magazzini per derrate agricole, oppure tutte queste finalità diversamente combinate. L´utilizzo cultuale è stato congetturato solo come un´involuzione successiva alla destinazione primaria che rimaneva innanzitutto di carattere difensivo. Tuttavia, è dagli ultimi decenni del ´900 che la ricerca su queste torri megalitiche dell´Età del Bronzo sembra aver subito una svolta, grazie anche al contributo di studiosi provenienti da altri settori.

Il G.R.S. o Gruppo Ricerche Sardegna è un´associazione composta da appassionati di archeologia sarda e ricercatori indipendenti. Gli artefici di quest´opera, soci fondatori del gruppo, sono autori di numerosi articoli su riviste regionali e nazionali, quali Lacanas, Sardegna Antica e Fenix, e sono coautori del libro La Luce del Toro (PTM, 2011). Esperti conoscitori del territorio isolano, studiosi di archeologia e cultori di archeoastronomia, dedicano il loro tempo alla visita, all´analisi, alla valorizzazione e alla tutela, senza scopo di lucro, dei monumenti preistorici della Sardegna.
Alessandro Atzeni

Alessandro Atzeni (1968-)

Alessandro Atzeni (Cagliari, 1986). Laureato in Scienze Naturali, con un´innovativa tesi sperimentale dal titolo Dal combattimento alla lesione, ricerca di indicatori in resti scheletrici di Età nuragica, definita dall´archeologa Anna Depalmas come pioneristica, è autore di numerose ricerche pubblicate su riviste regionali e nazionali, e coautore di diversi libri di archeologia nuragica (della stessa casa editrice: Gigantes de Perdas. I nuraghi: templi della luce, 2016). Impegnato da anni nell´ambito della rievocazione storica con l´associazione ´MEMORIAE MILITES´ di Cagliari, si occupa della divulgazione della Storia della Sardegna, mostrando in particolare gli antichi sistemi di fusione e lavorazione del bronzo. Praticante di arti marziali storiche occidentali, ha conseguito il titolo di istruttore UISP di tiro con l´arco dinamico. Vive attualmente in Gran Bretagna, dove continua a svolgere le sue ricerche.