Chiudi

Max Havelaar

est a nàrrere: Sas astas de su cafè de sa Cumpangia de Cummèrtziu olandesa

Di Eduard Douwes Dekker noto Multatuli

Traduzione a cura di Antioco Cappai Cadeddu

Presentazione di Antioco Cappai Cadeddu

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram

Il romanzo che ha cambiato la politica coloniale olandese

Max Havelaar
ISBN
978-88-7356-242-9
Co-edizione
-
Genere
Narrativa
Materia
Testi letterari classici (riferiti a tutte le epoche)
Collana
Àndalas
Anno edizione
2014
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
Cartaceo
Pagine
336
Rilegatura
Brossura con lembi e cucitura filo refe
Dimensioni
15 x 21 cm
Peso
505 g
N° volumi
1
Illustrato
No
Lingua di pubblicazione
Sardo
Lingua originale
Olandese
Lingua a fronte
-
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

20,00 €

Max Havelaar è il protagonista dell´omonimo romanzo olandese del 1860. È il racconto di un funzionario governativo che denuncia lo sfruttamento del popolo di Giava e Sumatra nelle piantagioni di caffè delle Indie olandesi.
Max Havelaar, ovvero le aste del caffè della Società di Commercio olandese (titolo originale Max Havelaar, of de koffij-veilingen der Nederlandsche Handel-Maatschappij) è un romanzo del 1860, importante culturalmente e socialmente perché determinò una trasformazione della politica coloniale olandese nelle Indie Orientali nel XIX e XX secolo. Il protagonista del romanzo, Max Havelaar, cerca di lottare contro un sistema di governo corrotto.
Il largo abuso di potere coloniale determinò situazione di estrema miseria e fame tra la popolazione, specialmente nelle isole di Giava e Sumatra.
Il romanzo fece capire a molti olandesi e, in seguito alle numerose traduzioni, a tantissimi europei, che la loro ricchezza era il risultato della sofferenza di altre persone.
Disponibile anche in formato ebook.
Traduzione in lingua sarda del romanzo Max Havelaar, of de koffieveilingen der Nederlandsche handelsmaatschappij.
Eduard Douwes Dekker noto Multatuli

Eduard Douwes Dekker noto Multatuli (1820-1887)

Eduard Douwes Dekker (Amsterdam, 1820 – Ingelheim am Rhein, 1887), noto con lo pseudonimo di Multatuli (latino multa tuli ´ho sopportato molte cose´, è stato uno scrittore, aforista e funzionario governativo olandese.
È famoso soprattutto per il romanzo satirico Max Havelaar (1860), in cui denunciava gli aspetti più crudeli del colonialismo olandese verso la popolazione indigena delle Indie Orientali Olandesi (oggi Indonesia).
Nel giugno del 2002 la Società della Letteratura Neerlandese ha proclamato che Douwes Dekker è lo scrittore olandese più importante di tutti i tempi.