Chiudi

Isposòriu de sàmbene

Di Federico García Lorca

Traduzione a cura di Gianni Muroni

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
Isposòriu de sàmbene
ISBN
978-88-7356-218-4
Co-edizione
-
Genere
Narrativa
Materia
Testi letterari moderni e contemporanei: poesie e teatro
Collana
Àndalas
Anno edizione
2013
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
Cartaceo
Pagine
96
Rilegatura
Brossura con lembi e cucitura filo refe
Dimensioni
15 x 21 cm
Peso
180 g
N° volumi
1
Illustrato
No
Lingua di pubblicazione
Sardo
Lingua originale
Spagnolo
Lingua a fronte
-
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

10,00 €

Bodas de sangre è un dramma teatrale in tre atti e sette quadri scritto da Federico García Lorca nel 1932 e rappresentato per la prima volta l´8 marzo 1933 a Madrid. La trama si ispira a un vera storia di omicidio avvenuta a Nijar in Andalusia e apparsa sui giornali nel giugno del 1928. È la storia di una giovane donna costretta a sposarsi con un uomo che non ama, poiché già innamorata di un altro uomo, con il quale in passato ha avuto una relazione. I protagonisti di questa tragedia sono come spinti da forze occulte, l´amore passionale e la voglia di vendetta, verso un ineluttabile destino.
Unu fatu de crònaca capitadu durante un´isposòriu, una die de trìulas de su 1928 in Andalusia, ispirat a Federico García Lorca Isposòriu de sàmbene. S´amore, sa morte, su disìgiu, s´impossibilidade de bìnchere su fadu sunt sos elementos chi dant unu tonu de tragèdia grega a s´òpera. Su logu in ue si movent sos personàgios est s´Andalusia rurale, cun su limbàgiu, sos sonos, sos usos gasi amados dae su poeta e chi caraterizant totu sa produtzione sua. Prosa e poesia faghent a borta a borta pro dare boghe a unu mundu de isposas apassionadas, mamas addoloridas, caddos e resòrgias.
Federico García Lorca

Federico García Lorca (1898-1936)

Nato a Fuente Vaqueros nel 1898 è morto a Víznar nel 1936, E´ stato poeta e drammaturgo, fece parte del gruppo di artisti spagnoli cosìdetto "La generazione del ´27". Centro della sua vita e della sua attività furono Granada e Madrid. Nella città andalusa si laureò in legge. Scrisse Canciones, Romancero Gitano e Poema del Cante Jondo, pubblicati tra il ´27 e il ´31, e Poeta en Nueva York e Tierra y Luna. Nel ´31 divenne direttore della compagnia teatrale "La Barraca", patrocinata dal governo repubblicano. Nel ´32 scrisse Isposòriu de sàmbene e in seguito Yerma e La casa de Bernarda Alba. Morì fucilato dai franchisti per essere simpatizante dei republicani.