Chiudi

Le inchieste del Commissario Mari

Mesineddu e altri racconti

Di Gianni Pesce

Presentazione di Vito Biolchini

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
Le inchieste del Commissario Mari
ISBN
978-88-7356-216-0
Co-edizione
-
Genere
Narrativa
Materia
Testi letterari moderni e contemporanei: romanzi, racconti, diari ed epistolari
Collana
Narrativa ´I Dolmen´ n° 9
Anno edizione
2013
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
Cartaceo
Pagine
224
Rilegatura
Copertina rigida e cucitura filo refe con sovraccoperta
Dimensioni
15 x 21 cm
Peso
440 g
N° volumi
1
Illustrato
No
Lingua di pubblicazione
Italiano
Lingua originale
-
Lingua a fronte
-
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

18,00 €

[quote]I racconti di Gianni Pesce vanno letti senza avere paura. Perché nelle sue storie non c´è spazio per i fraintendimenti, le ambiguità, le ipocrisie di chi volta sempre lo sguardo altrove, pensando così di negare la realtà. I poveri sono poveri, i disgraziati non possono essere definiti in altro modo, le puttane le riconosci subito, poi ci sono i delinquenti, i giudici e i poliziotti. Anche se lui non li chiama mai così. [...] E le storie vanno avanti. Il commissario Mari cerca la verità, e la trova sempre. Anche se scomoda, dolorosa, o in divenire: perché non sempre tutto si può capire subito, e spesso passano anni per mettere la parola fine, per chiudere il cerchio.[/quote]
[quote]E poi c´è Cagliari. Non quella di oggi, ma la città dolente degli anni ´70, con i suoi quartieri periferici, le sue tragedie silenziose, le vite divise a metà. Certe cose le vedono solo i preti e i poliziotti, solo che i primi le tacciono e i secondi le raccontano. Soprattutto quelli come Gianni Pesce: che alla giustizia credono veramente. Che poi ogni tanto si finisca assolti o condannati, in galera o latitanti, innocenti o colpevoli, quella è un´altra storia. E il saggio commissario Mari, seduto alla sua scrivania, o in giro per la città a bordo della sua moto, o al volante dell´unica auto di servizio scassata come poche, questo lo sa benissimo.[/quote]
(dalla presentazione di Vito Biolchini)
Gianni Pesce

Gianni Pesce (1939-)

Nato a Roma nel 1939, laureato in Giurisprudenza, ha lavorato per trent´anni nella Polizia di Stato occupandosi soprattutto del settore criminale. Ha lasciato la professione nel 1994 col grado di vice questore primo dirigente. Ha un passato sportivo: è stato campione d´Italia di baseball nel 1955 e nel 1959, e dal 1957 al 1961 ha fatto parte della Nazionale italiana. Appassionato di vela, dopo essere andato in pensione, ha navigato con la sua barca per sei anni lontano dall´Italia. Rientrato, nel 2006 ha cominciato a scrivere raccontando i fatti che gli sono accaduti durante la sua carriera professionale. Ha pubblicato due romanzi: Radici e potere (2009), Radici e sangue (2010); e tre raccolte di racconti: Thai Connection (2007), Giusto e ingiusto (20132), Mesineddu e altri racconti (2013).

Bibliografia

Thai Connection (2007)
Radici e potere (2009)
Radici e sangue (2010)
Le inchieste del commissario Mari. Giusto e ingiusto (2013)
Le inchieste del commissario Mari. Mesineddu e altri racconti (2013)