Chiudi

I dolmen, le tombe di giganti e i nuraghi della Sardegna

(The Dolmens, Tombs of the Giants, and Nuraghi of Sardinia)

Di Duncan Mackenzie

A cura di Roberto Manca

Traduzione a cura di Lycia Mura

Illustrazioni di F.G. Newton

Presentazione di Anna Depalmas

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram

L´affascinate resoconto del viaggio fatto agli inizi del ´900 alla scoperta dei monumenti archeologici della Sardegna

I dolmen, le tombe di giganti e i nuraghi della Sardegna
ISBN
978-88-7356-213-9
Co-edizione
-
Genere
Saggistica
Materia
Storia (compresa archeologia e preistoria), biografie, araldica
Collana
Archèos n° 3
Anno edizione
2012
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
Cartaceo
Pagine
128
Rilegatura
Brossura con lembi e cucitura filo refe
Dimensioni
17 x 24 cm
Peso
350 g
N° volumi
1
Illustrato
Lingua di pubblicazione
Italiano
Lingua originale
Inglese
Lingua a fronte
Inglese
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

17,00 €

Duncan Mackenzie visitò la Sardegna quattro volte e i resoconti dei suoi viaggi vennero pubblicati nelle riviste "Ausonia", "Memnon" e - nel caso dell´articolo qui tradotto The Dolmens, Tombs of the Giants, and Nuraghi of Sardinia - nel quinto volume, fascicolo n. 2, della collana "Papers of the British School at Rome" (pp. 89-137; Londra 1910.
L´archeologo scozzese Duncan Mackenzie, a cavallo tra l´Ottocento e il Novecento, operò nel Mediterraneo contribuendo alle indagini di importanti contesti della Grecia insulare come Phylakopi a Melos e Cnosso a Creta affiancando Sir Arthur Evans. Si interessò anche degli aspetti preistorici della Sardegna che visitò ben quattro volte tra il 1906 e il 1909. I resoconti di questi viaggi sono stati pubblicati in varie riviste dell´epoca.
Qui è riportata la traduzione dell´articolo The Dolmens, Tombs of the Giants, and Nuraghi of Sardinia, pubblicato a Londra nel 1910 nella raccolta ´Papers of the British School at Rome´ che contiene le osservazioni sulle esplorazioni compiute durante l´autunno del 1908. Il testo si configura come un diario di viaggio che guida il lettore alla scoperta di territori e monumenti della Sardegna interna. I monumenti esaminati sono accuratamente descritti e illustrati con immagini fotografiche e meticolosi disegni realizzati dall´architetto F.G. Newton che lo accompagnava nel viaggio.
In Appendice è riportato il testo originario in lingua inglese.
[QUOTE][/QUOTE]