Chiudi

Il Condaghe di San Michele di Salvennor

edizione e commento linguistico

Di Mauro Maxia

Introduzione di Mauro Maxia

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
Il Condaghe di San Michele di Salvennor
ISBN
978-88-7356-185-9
Co-edizione
-
Genere
Specialistica
Materia
Filologia e linguistica
Collana
Fuori collana
Anno edizione
2012
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
Cartaceo
Pagine
496
Rilegatura
Brossura e cucitura filo refe con sovraccoperta
Dimensioni
17 x 24 cm
Peso
885 g
N° volumi
1
Illustrato
Lingua di pubblicazione
Italiano
Lingua originale
-
Lingua a fronte
-
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

35,00 €

Il condaghe di ´San Michele di Salvennor´, fin dalla sua scoperta, è stata ritenuta una fonte meno importante rispetto agli altri condaghi. Più di recente quattro carte in sardo, ritrovate alcune decine di anni fa in Spagna nell´Archivo Histórico de la Nobleza, hanno riaperto la discussione su questo condaghe atipico consentendo di aprire alcune finestre su una serie di importanti questioni. Di grande interesse è la discussione sui caratteri della lingua dell´esemplare che andò perduto dopo la sua traduzione in spagnolo avvenuta verso la fine del Cinquecento. Le carte in sardo presentano, infatti, diverse incongruenze di carattere fonetico e grafico che sono inconciliabili sia con la datazione del 1221, riportata nella prima scheda, sia col contenuto delle schede più antiche che risalgono alla prima parte del Cento. Partendo da queste constatazioni è stata predisposta la presente edizione che, insieme alla ritrascrizione e verifica delle oltre trecento schede in spagnolo, analizza le singole carte in sardo confrontandole con le corrispondenti schede in castigliano e offrendone la traduzione in italiano.
Mauro Maxia

Mauro Maxia (1953-)

Mauro Maxia (Pérfugas, 1953) è linguista, formatore di lingua e letteratura sarda, progettista di azioni per la valorizzazione della cultura della Sardegna. Ha pubblicato vari saggi di fonetica, etimologia, onomastica, storia della lingua, filologia e alcuni volumi (I nomi di luogo dell´Anglona e della bassa valle del Coghinas, Ozieri 1994; La diocesi di Ampurias, studio storico-onomastico sull´insediamento umano medioevale, Sassari 1997; Studi storici sui dialetti della Sardegna settentrionale, Sassari 1999; Anglona medioevale, luoghi e nomi dell´insediamento umano, Sassari 2001; Tra sardo e corso, Sassari 2002) nei quali l´interesse per la lingua si intreccia con quello per l´evoluzione storica e culturale della Sardegna. Ha ideato vari progetti e iniziative per la valorizzazione della lingua sarda e delle altre varietà parlate in Sardegna. Collabora con riviste italiane ed estere e con entrambi gli atenei isolani nell´ambito del progetto di ricerca Atlante Toponomastico Sardo. Insegna presso l´Università di Sassari come professore a contratto di Lingua sarda.

Notizie correlate

Leggi gli articoli che parlano di questo titolo

Il condaghe di San Michele di Salvennor

Ploaghe - Belvedere Piazza San Pietro Sala Consiliare - ore 19.30 Presentazione dello studio curato da Mauro Maxia Il...

 27 giugno 2012 Eventi