Serra

Il labirinto del G8

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
Il labirinto del G8
ISBN
978-88-7356-167-5
Co-editzione
-
Genia
Narrativa
Matèria
Testos literàrios modernos e cuntemporàneos: romanzos, contos, diàrios e epistolàrios
Collana
Narrativa tascabile n° 13
Annu editzione
2011
Logu editzione
Cagliari
Formadu
Pabìru
Pàginas
176
Rilegadura
Brossura cun alas e cosidura filu refe
Mannesa
11 x 17 cm
Pesu
145 g
N° volumi
1
Figuradu
No
Limba de publicatzione
Italianu
Limba originale
-
Testu a fronte
-
Incruidu
-
Iscolàsticu
No
Disponibilidade
In cumèrciu
Distributzione

10,00 €

Abbandonate per il momento le atmosfere del Sulcis in cui ha ambientato i suoi due precedenti romanzi Una donna di carbone e Un oscuro amore (apparsi in questa stessa collana), Rombi si tuffa ora nei misteri dei caruggi di Genova per creare un giallo surreale dove accanto a delitti rituali si consuma l´ipotesi di un altro evento non meno pericoloso: quello dei fatti tumultuosi e violenti delle giornate del G8.

Dieci anni fa, nel caldo afoso del mese di luglio, la città di Genova visse dei giorni che ancora oggi sono una ferita aperta nella memoria dei suoi abitanti. Nei quattro giorni dell´incontro tra i governanti dei maggiori paesi industrializzati - il cosiddetto G8 - ci furono pesanti scontri tra le forze dell´ordine e i manifestanti che contestavano il vertice. Negli anni successivi sono state pronunciate varie condanne, in sede civile, nei confronti dello Stato per abusi e violenze compiute sui contestatori. Molte delle denunce penali a carico delle forze dell´ordine sono state archiviate per l´impossibilità di identificare i responsabili, sebbene in alcuni casi la magistratura ha riconosciuto la fondatezza dei reati contestati.
Bruno Rombi

Bruno Rombi

Nàschidu in Calaseta (CA), dae barant´annos bivet e trabballat in Gènova. Poeta, crìticu literàriu, pubblicista, pintore, est s´autore de una bintena de libbros: I]Canti per un´Isola (Genova 1965); La nuova Repubblica e altri racconti (Bologna 1969); Oltre la memoria (Sarzana 1975); Enigmi animi (Genova 1980); Sebastiano Satta, vita e opere (Genova 1983); Angelo Barile, l´ospite discreto (Genova 1989); Salvatore Cambosu, cantore solitario (Nuoro 1992); Otto tempi per un presagio (Udine 1998); Sardegna madre di pietra (Recco 2000); A Costantino Nivola (Alghero 2001); Il battello fantasma (Ragusa 2001); Vuxe de Câdesédda (Recco 2002).