Chiudi

Lèbius nci passamus in sa terra

(Passavamo sulla terra leggeri)

Di Sergio Atzeni

Traduzione a cura di Franco Medda

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
Lèbius nci passamus in sa terra
ISBN
978-88-7356-147-7
Co-edizione
-
Genere
Narrativa
Materia
Testi letterari moderni e contemporanei: romanzi, racconti, diari ed epistolari
Collana
Àndalas n° 1
Anno edizione
2010
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
Cartaceo
Pagine
184
Rilegatura
Copertina rigida e cucitura filo refe con sovraccoperta
Dimensioni
15 x 21 cm
Peso
455 g
N° volumi
1
Illustrato
No
Lingua di pubblicazione
Sardo
Lingua originale
Italiano
Lingua a fronte
-
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

15,00 €

Il narratore ha solo otto anni quando ascolta dall´ultimo custode del tempo il racconto tramandato da secoli a memoria delle generazioni future: la storia mitica della nazione sarda.
Come un antico aedo, Atzeni regala al lettore una miriade di microstorie che immagina tramandate oralmente dai Custodi del tempo: la storia si mescola al racconto epico, al mito, alla leggenda, per narrare di un popolo antico, i S´ard, danzatori delle stelle provenienti dall´Oriente, e approdati in un´isola bellissima, senza nome. Come per magia emerge da una preistoria remotissima il mistero delle origini; si anima la lunga resistenza agli invasori, cui seguono fasi storiche più vicine nel tempo, fino al tramonto della civiltà dei giudici, che segna la fine della libertà. Entro questa trama si svolge la storia delle donne e degli uomini che hanno vissuto prima di noi nell´isola dei danzatori. Il titolo evoca, in forma di idillio, l´utopia di un Eden perduto: Passavamo sulla terra leggeri come acqua … come acqua che scorre, salta, giù dalla conca piena della fonte, scivola e serpeggia fra muschi e felci, fino alle radici delle sughere e dei mandorli. Una singolare e irrinunciabile esperienza di lettura.
Sergio Atzeni

Sergio Atzeni (1952-1995)

Capoterra 1952 - Carloforte 1995.
Ha vissuto in Sardegna a Cagliari fino al 1986. Dopo gli anni sardi, segnati da impegno politico, un´intensa attività giornalistica, una manciata di lavori letterari e un romanzo, decide di passare il mare. Vaga per l´Europa, stabilendosi poi a Torino, con una parentesi sui colli emiliani. Vive dieci anni fecondi di scrittura, fino alla morte (settembre 1995) nel mare dell´isola di Carloforte durante un soggiorno in Sardegna.
Da giovanissimo mostra spiccate propensioni letterarie che lo portano a cimentarsi con generi diversi, dalle Fiabe Sarde (1978) al racconto folklorico e storico Araj Dimoniu, Antica leggenda sarda (1984), al bellissimo Apologo del Giudice Bandito (1986), che gli darà la notorietà meritata; ma è col trittico romanzesco Il figlio di Bakunìn (1991), Il quinto passo è l´addio (1995) e Passavamo sulla terra leggeri (1996) che Sergio Atzeni raggiunge una maturità concettuale e di scrittura che ne rende ancor più dolorosa la scomparsa. Fra le opere postume ricordiamo anche Bellas mariposas (1996) e Raccontar fole (1999).

Bibliografia

  • Araj Dimoniu (1984)
  • L´Apologo del giudice bandito, Palermo, Sellerio, 1986
  • Il figlio di Bakunin, Palermo, Sellerio, 1991
  • Il quinto passo è l´addio, Milano, Mondadori, 1995; Nuoro, Il Maestrale, 1996
  • Passavamo sulla terra leggeri, Milano, Mondadori 1996; Nuoro, Il Maestrale, 1997
  • Bellas Mariposas, Palermo, Sellerio, 1996
  • Due colori esistono al mondo, il verde è il secondo (raccolta di versi), Nuoro, Il Maestrale, 1997
  • Raccontar fole (spigolature di fraintendimenti e fantasie trovate nei resoconti relativi alla Sardegna di viaggiatori ottocenteschi), Palermo, Sellerio, 1999
  • Racconti con colonna sonora (edizione critica a cura di Giancarlo Porcu), Nuoro, Il Maestrale, 2002
  • Gli anni della grande peste, Palermo, Sellerio, 2003
  • I sogni della città bianca (a cura di Giuseppe Grecu), Nuoro, Il Maestrale 2005
  • Scritti giornalistici (raccolta della produzione giornalistica, a cura di Gigliola Sulis), Nuoro, Il Maestrale, 2005

Notizie correlate

Leggi gli articoli che parlano di questo titolo

Presentada de "Lèbius nci passamus in sa terra"

TRES LIBBRUS PO S´ISTADI SARDARESA Pratza "Emilio Lussu" - Sardara Presentada de su libru de Sergio Atzeni Lèbius nci...

 23 luglio 2011 Eventi