Chiudi

Sos vantos de su machine

(stultitiae laus)

Di Erasmo da Rotterdam

Traduzione a cura di Albino Pau

Prefazione di Michele Ladu

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
Sos vantos de su machine
ISBN
978-88-7356-130-9
Co-edizione
-
Genere
Saggistica
Materia
Testi letterari classici (riferiti a tutte le epoche)
Collana
Pinna e tinteri n° 2
Anno edizione
2009
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
Cartaceo
Pagine
128
Rilegatura
Brossura e cucitura filo refe con sovraccoperta
Dimensioni
15 x 21 cm
Peso
205 g
N° volumi
1
Illustrato
No
Lingua di pubblicazione
Sardo
Lingua originale
Latino
Lingua a fronte
-
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

15,00 €

Traduzione in lingua sarda dell´opera "L´elogio della follia" di Erasmo da Rotterdam.
Viene qui tradotto in sardo l´"Elogio della follia" dell´olandese Erasmo da Rotterdam, il cui vero nome è Geert Geertsz che firmò i suoi scritti con lo pseudonimo di Desiderius Erasmus. Satira pungente che contrappone, con toni ironici e allo stesso tempo estremamente persuasivi, alla demenza del mondo, avido di cose effimere, la superiore follia arrivando a sostenere che essa è la vera dominatrice dell´intera civiltà, ma anche dell´esistenza di ciascun uomo.
Erasmo da Rotterdam

Erasmo da Rotterdam (1466-1536)

Erasmo da Rotterdam, nome latinizzato di Geert Geertsz (Rotterdam, 27 o 28 ottobre 1466 – Basilea, 12 luglio 1536), è stato un teologo, umanista e filosofo olandese.
Firmò i suoi scritti con lo pseudonimo di Desiderius Erasmus. La sua opera più conosciuta è l´Elogio della follia.
È il maggiore esponente del movimento dell´Umanesimo cristiano.