Chiudi

Sos de ´Parte Tzier´

Di Costantina Frau

Presentazione di Salvatore Zucca

Introduzione di Francescangelo Putzolu

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
Sos de ´Parte Tzier´
ISBN
978-88-7356-111-8
Co-edizione
-
Genere
Narrativa
Materia
Testi letterari moderni e contemporanei: romanzi, racconti, diari ed epistolari
Collana
Paberiles n° 29
Anno edizione
2007
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
Cartaceo
Pagine
144
Rilegatura
Brossura con lembi e cucitura filo refe
Dimensioni
12 x 17 cm
Peso
135 g
N° volumi
1
Illustrato
No
Lingua di pubblicazione
Sardo
Lingua originale
-
Lingua a fronte
-
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

8,00 €

Sos logos de custu romanzu sunt cussos chi, in sos séculos colaos, fut su féudu de Parte Tzier Canales, comente a nàrrere sas biddas a inghíriu de su Tirsu, francu Bidumajore.
Sos logos de custu romanzu sunt cussos chi, in sos séculos colaos, fut su féudu de Parte Tzier Canales, comente a nàrrere sas biddas a inghíriu de su Tirsu, francu Bidumajore. S´època est su 1600, cando in Sardinna cumandaiant sos ispannolos.
Sos contos sunt duos. Su primu comintzat su 1637, s´annu chi sos frantzesos ant ocupau a Aristanis. Su contu allegat de sos potentes, mescamente de sa famíllia de Cervellón, còntenes de Sédilo, e agabbat su 1652, cando sa pesta che revertit a cussas biddas.
In sa segunda parte bi sunt sas líteras iscritas dae unu zòvanu istudiau chi ch´ant furau sos bandios e dd´ant cuau in sos montes. S´annu est su 1668, cando ant mortu a su marchesu de Castelvì, prima boghe in s´Istamentu sardu, e su mese ifatu, a su vitzerè, su marchesu de Camarassa. Su zòvanu contat a s´amorada sos patimentos de presoneri a cufrontu de cando biviat líbberu.
Costantina Frau

Costantina Frau

Costantina Frau, nata a Sedilo, ha lavorato e studiato a Roma a si è laureata in lettere presso l´Università La Sapienza.
Dal 1968 ha insegnato nelle scuole di Borore, Ghilrza, Sedilo e Abbasanta, dove ora vive.
Da sempre porta avanti numerose attività culturali: mostre, teatro con gli studenti delle scuole medie, presentazioni di libri.
Ha scritto racconti che hanno ottenuto importanti riconoscimenti sia in Sardegna che a livello nazionale.

Bibliografia

Nordai, EdiSar, Cagliari 1993.

Eleonora de Guilcier, Tracce, Pescara 1997.

Eurània di Thalasai, Progetto Sardegna, Quartu Sant´ Elena 1997.

Abbasanta e la sua gente (con Pietro de Rosa), Grafica Medi terranea, Bolotana 1998.

S´Ardia a pe´ a Sedilo. La Corsa degli scalzi a Cabras (con Luigi Roselli e Mariassunta Frau), Grafica del Parteolla, Dolianova 1999.

Mandigos e usantzias in Sar digna. Cibo e tradizioni in Sardegna (con Pietro Puddu), CUEC, Cagliari 2000.

Su Guilcieri. Faeddos, fainas e ainas (parole, attività e attrezzi), Condaghes, Cagliari 2003.

Pane e casu. Dae s´antigoriu s´alimentu po totus. 115 ricette della tradizione culinaria sarda nelle piu importanti lingue neolatine del Mediterraneo (con Sonia Emanuela Campus), Condaghes, Cagliari 2006.

Sos de ´Parte Tzier´, Condaghes, Cagliari 2007.