Chiudi

Un condannato a morte che gode di ottima salute

lo stato della lingua sarda nella comunità di Scano Montiferro

Di Roberto Bolognesi, Antiogu Cappai Cadeddu

Introduzione di Cappai, Antiogu Cadeddu

Facebook Twitter LinkedIn Posta elettronica WhatsApp Telegram
Un condannato a morte che gode di ottima salute
ISBN
978-88-7356-018-0
Co-edizione
-
Genere
Saggistica
Materia
Filologia e linguistica
Collana
Convegni e Incontri n° 5
Anno edizione
2002
Luogo edizione
Cagliari
Supporto
Cartaceo
Pagine
112
Rilegatura
Brossura e cucitura filo refe
Dimensioni
17 x 24 cm
Peso
290 g
N° volumi
1
Illustrato
No
Lingua di pubblicazione
Italiano, Sardo
Lingua originale
-
Lingua a fronte
-
Allegato
-
Scolastico
No
Disponibilità
In commercio
Distribuzione

10,00 €

I dati raccolti in questa ricerca mettono in evidenza una realtà in apparenza contraddittoria: la presenza abbastanza forte e quasi pervasiva della lingua sarda in pressoché tutti gli ambiti della comunicazione quotidiana da un lato, e dall´altro l´interruzione, già in fase avanzata, della sua trasmissione generazionale.
I dati raccolti in questa ricerca, condotta per volere della Consulta Comunale in attuazione della L.R. 26/97 e integrata da una inquadratura storico-critica, mettono in evidenza una realtà in apparenza contraddittoria: la presenza abbastanza forte e quasi pervasiva della lingua sarda in pressoché tutti gli ambiti della comunicazione quotidiana da un lato, e dall´altro l´interruzione, già in fase avanzata, della sua trasmissione generazionale. Ciò giustifica l´apparente leggerezza del titolo e dovrebbe indurre tutti a dissipare l´illusione di una fatale eternità di questo prezioso patrimonio tanto visceralmente e coralmente amato al punto da non vedere i pericoli gravissimi che lo minacciano.
Roberto Bolognesi

Roberto Bolognesi (1952-)

Roberto Bolognesi è nato a Villamassargia (CA) nel 1952. Nel 1992 si laurea in Lingua e Letteratura italiana all´Università di Amsterdam. Nel 1993 viene assunto dal NWO (il CNR olandese) per condurre una ricerca sulla fonologia del sardo meridionale, che si conclude con la pubblicazione di The Phonology of Campidanian Sardinian, Den Haag (1998), e il conseguimento del PhD. In seguito lavora come post-doc, prima, e poi come docente di linguistica italiana, alla Rijksuniversiteit Groningen. Per anni è stato ricercatore associato all´Università di Amsterdam. Attualmente insegna latino in un liceo olandese.
Oltre a vari articoli ha pubblicato i seguenti libri: The Phonology of Campidanian Sardinian. A unitary account of a self-organising structure, NOR, Ghilarza(2012); Una normalizzazione democratica della lingua sarda. Norme per la convivenza pacifica delle varietà del sardo, Condaghes, Cagliari (2002); Sardegna fra tante lingue. Il contatto linguistico in Sardegna dal Medioevo ad oggi, con W.H. Heeringa, Condaghes, Cagliari (2005); La limba sarda comuna e le varietà tradizionali del sardo, Regione Autonoma della Sardegna-Grafica del Parteolla, Cagliari/Dolianova (2007/2013). Ha inoltre curato l´edizione delle seguenti raccolte di atti: La lingua sarda: l´identità socio-culturale della Sardegna nel prossimo millennio, con K. Helsloot, Condaghes, Cagliari (1999); Le convergenze parallele. Colmare il divario tra la linguistica accademica e la tutela delle lingue, Condaghes, Cagliari (2007).

Antiogu Cappai Cadeddu

Antiogu Cappai Cadeddu (1943-)

Antioco Cappai (Scano di Montiferro, 1943) sì è laureato in Letteratura Moderna all´Università di Cagliari e ha insegnato materie letterarie nelle scuole medie della Planargia e del Montiferro. Nel 1985 si è trasferito in Olanda dove ha moglie e tre figli. Ha pubblicato una raccolta di poesie Biazu a Sardigna (1999), una ricerca socio-linguistica Un condannato a morte che gode di ottima salute (2002) e la traduzione di un romanzo fiammingo Gosos e tribbulias de unu massaju (2004).